Domanda:
Come si sviluppano le pellicole negative a colori (C41) a casa?
Evan Krall
2011-06-07 11:05:11 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È abbastanza facile ottenere negativi a colori elaborati a un prezzo piuttosto economico, ma mi piacerebbe conoscere il processo.

Come elaboro i negativi a colori a casa? Di quali prodotti chimici e attrezzature avrò bisogno?

Una risposta:
#1
+6
jwenting
2011-06-07 13:33:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il motivo per cui è economico finire è perché le macchine trasportate nei negozi e nei laboratori si sono già ripagate da sole nel corso degli anni. Sono economici solo a causa del volume enorme.
È tutt'altro che un processo semplice, soprattutto perché le tolleranze di temperatura e tempistica per il processo sono estremamente strette.
Ho fatto alcune ricerche in passato e ho trovato che non fosse fattibile (economicamente e per lo spazio necessario per ospitare l'attrezzatura) farlo da solo (la pellicola per diapositive è anche peggio).
Ecco un manuale Kodak: http://www.kodak.com/global/en/business/retailPhoto/techInfo/zManuals/z131.jhtml
Un thread del forum sulla foto .net a riguardo: http://photo.net/film-and-processing-forum/00EqiY (leggi di più lì, lo fanno sembrare più facile di quello che è, senza dubbio a causa di anni di esperienza ).

Vorrei prima sviluppare in bianco e nero. Il processo è meno sensibile agli errori. Il problema con questa soluzione è ovviamente che devi apprezzare le foto in bianco e nero ....
sì, l'ho fatto e funziona come un fascino. Ho dovuto rinunciare quando i prodotti chimici e la pellicola sono diventati difficili da raggiungere (e la spedizione di "sostanze chimiche nocive e tossiche" per posta sta diventando sempre più difficile, quindi anche l'ordine per corrispondenza è fuori questione ora, purtroppo).
Me ne sono innamorato e acquisterò l'attrezzatura da solo - insieme a un corpo in formato 120 mm - quando comprerò casa. Giocare con tutte queste cose non è divertente quando il tuo bagno è 2x3m :( e devi averlo utile per la maggior parte del tempo: voglio dire che non vivi da solo;)
@jw Kodachrome è peggio, ma Ektachrome non è male: si tratta di un processo di circa 45 minuti che può essere eseguito con apparecchiature in bianco e nero standard nel tuo bagno. L'ho fatto più volte, ma non lo consiglio: i vantaggi dell'elaborazione in bianco e nero (controllo sul negativo) non si estendono allo sviluppo del colore - che fondamentalmente funziona o no - a meno che non si scelga effetti speciali .
Ho scoperto che C41 è molto più indulgente di quanto la gente sembri pensare e che puoi continuare a usare la chimica più a lungo di quanto pensi. Uso il kit Tetenal. Il preriscaldamento della stanza (e della chimica) e l'utilizzo di un grande serbatoio dell'acqua (con acqua a ~ 40 ° C) è la chiave e non dimenticare di prolungare il tempo di sviluppo con ogni rotolo. Non mi sono nemmeno preoccupato di fare stampe a colori, comunque.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...