Domanda:
Raw vs Jpeg per uso non professionale
Vicky
2015-04-11 21:34:08 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non sono un fotografo professionista, scatto solo foto per hobby. Faccio ritratti, paesaggi e alcune foto di matrimoni. Sto usando una fotocamera Nikon D750, dovrei scattare in jpeg o in raw?

Se la domanda viene presa come "Quali vantaggi del formato RAW potrebbero essere utili ai non professionisti", potrebbe essere più complementare del duplicato, forse.
Voto per chiudere questo, poiché le risposte sono fondamentalmente solo rimuginare le stesse risposte ad altre domande.
Ho appena visto questo su reddit. http://i.imgur.com/52dQySw.jpg
Otto risposte:
#1
+17
inkista
2015-04-11 23:19:56 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dipende

In definitiva, dipende da te quale formato è più adatto a te e cosa / come scatti ed elabori le tue immagini.

Alcune persone classificheranno la differenza come amatoriale (JPEG) e professionale (RAW), o non serio (JPEG) e serio (RAW), ma è semplicemente una questione di quale formato ottieni quello che vuoi da un'immagine.

Perché non entrambi?

Nota a margine: lo spazio costa poco di questi tempi; schede e dischi rigidi sono tra i componenti hardware meno costosi che un fotografo può acquistare. In realtà ti consiglierei di provare a scattare in RAW + JPEG, in modo da avere i vantaggi di entrambi i formati a tua disposizione, o almeno in modo da poter provare entrambi e scoprire quale è più di tuo gusto con immagini identiche da affiancare -lato. Non influirà molto, a meno che tu non stia riprendendo azioni super veloci e non riesci a scattare abbastanza velocemente in JPEG + RAW. La maggior parte delle fotocamere ti offre la possibilità di salvare il file RAW mentre crea il JPEG.

Scatto in JPEG

I JPEG sono file compressi più piccoli e uno standard Internet, quindi non richiedono alcuna elaborazione per ottenere un file consegnabile. E la maggior parte delle funzionalità di elaborazione della fotocamera influisce solo su un file JPEG. Quindi, se hai bisogno di consegnare molte foto rapidamente (ad esempio, come professionista che ha bisogno di consegnare molte immagini rapidamente o un singolo scatto prima che la concorrenza possa farlo). Oppure, ad esempio, se sei una creatura dei social media che gratifica istantaneamente, potresti preferire l'immediatezza di un file JPEG direttamente dalla fotocamera.

Ma poiché JPEG è un formato con perdita di dati, alcuni dei dati di colore vengono eliminati nello schema di compressione. Con l'impostazione "Fine", stai mantenendo il massimo consentito dalla tua fotocamera. Ma la definizione dell'esposizione e delle scelte di elaborazione nella fotocamera diventano più importanti. Puoi ancora post-elaborare l'immagine. Non avrai la stessa latitudine sulle modifiche che RAW ti darebbe, in particolare per alcuni cambiamenti di colore (ad esempio, bilanciamento del bianco), perché i dati persi JPEG scaricato nella compressione può lasciare artefatti con determinati tipi di regolazioni. Devi avere padronanza della tua fotocamera e delle sue impostazioni in modo da sapere che stai ottenendo ciò che desideri nella fotocamera, o almeno abbastanza vicino da poter post-elaborare senza creare artefatti.

Questo non funziona. Significa che puoi eseguire solo elaborazioni leggere. Alcune elaborazioni all'interno della fotocamera possono diventare piuttosto selvagge (pensa: tilt-shift, effetti low / high-key e tutto il resto che una modalità scena può realizzare all'interno della fotocamera). I motori JPEG sono il luogo in cui i produttori di fotocamere hanno speso tempo e denaro per sviluppare algoritmi proprietari e talvolta l'aspetto che possono ottenere può essere difficile da duplicare da soli (vai su google "Fuji Classic Chrome" ;-), e potrebbe essere l'aspetto che desideri davvero . Ai primi tempi dei DSLR, l'elaborazione nella fotocamera era abbastanza grave che anche come principiante potevi elaborare meglio le immagini da solo. Oggi potrebbe non essere più così. Quindi, se ti piace l'aspetto delle immagini sullo schermo LCD, un JPEG potrebbe essere l'unico modo per ottenerlo e sarà sicuramente il modo più semplice per ottenerlo.

E, ovviamente, se preferisci non farlo post-elaborazione, allora JPEG è tuo amico.

Scatto RAW

I file RAW sono (principalmente) dump di dati grezzi dal sensore. Ovviamente, i dati passano attraverso il processore della fotocamera e potrebbe effettivamente esserci un ridimensionamento (sRAW), compressione o elaborazione in corso, ma per la maggior parte il file non è cotto. Tuttavia, RAW non è un formato di file specifico o uno standard di file. Non è nemmeno un acronimo. I formati di file RAW cambiano con ogni singolo modello di fotocamera. I file .NEF che escono dalla tua D750 non sono in un formato identico ai file .NEF che escono da una D3500 o una D700. Quindi, hai bisogno di un software in grado di raggruppare i file RAW della tua D750 per eseguire la conversione RAW. Gli editor JPEG in genere non devono essere tenuti aggiornati e potrebbe essere necessario attendere un aggiornamento nel convertitore per utilizzare direttamente un file RAW, se si acquista un modello di fotocamera appena rilasciato. (Vedi Il convertitore DNG non converte, Photoshop CS2 non apre DNG per informazioni su "Photoshop Tax").

I file RAW contengono tutti i dati raccolti dal sensore un formato gloriosamente senza perdite. Quindi, sebbene i file siano più grandi dei JPEG, consentono anche di apportare modifiche molto più radicali ai dati del colore senza mostrare artefatti con la stessa rapidità con cui un file JPEG lo farà. Quindi, se ti piace scatenarti con i cursori in post o eseguire forme di elaborazione più estreme, come HDR, cross-processing o compositing, o c'è un effetto specifico che desideri che l'elaborazione della tua fotocamera non faccia, RAW è tipicamente sarà un formato più flessibile con cui giocare, se hai il tempo e la volontà di farlo. Quindi, RAW è spesso visto come il formato "serio" o "professionale" in cui scattare.

Ma RAW può anche essere migliore per "correggere" errori di ripresa, in particolare bilanciamento del bianco e problemi di esposizione. Quindi, alcuni potrebbero effettivamente caratterizzare RAW come il formato migliore e più indulgente per i principianti che potrebbero non essere in grado di inchiodare l'esposizione e il bilanciamento del bianco nella fotocamera nel modo desiderato. RAW può fungere da "rete di sicurezza", oltre a darti più giocattoli con cui giocare quando si tratta di post-elaborazione.

+1 per includere "rete di sicurezza". Se il tuo interesse si estende alla post-elaborazione, apprezzerai il fattore di correzione extra per il bilanciamento del bianco e l'esposizione, tanto più quanto meno sei abile nel farlo bene nella fotocamera. Ciò è particolarmente vero se ti piace provare a catturare scene con un'ampia gamma dinamica (tramonti, ecc.).
"I file RAW contengono tutte le informazioni sui colori raccolte dal sensore ...". Non esattamente. I file RAW contengono valori di luminanza monocromatici per i pixel che sono stati filtrati ciascuno per uno dei tre colori. Avere quei valori di luminanza monocromatici e un'applicazione che conosce l'ombra esatta di ciascuno di quei colori significa che "... tutte quelle informazioni sul colore ..." possono essere interpolate da quei valori di luminanza monocromatici. Ma non ci sono informazioni sul colore nei valori dei pixel di un file RAW.
@MichaelClark, ok. cambiato "informazioni sul colore" in "dati".
Potrei non essere d'accordo con l'argomento spazio. Sono un fotografo estremamente casuale e la mia collezione solo jpeg attualmente pesa 50 GB. (compresi pochissimi raw). Se anche tutto ciò fosse grezzo, sarebbe come x4 ... 200 GB, e sebbene non sia un problema su un singolo disco, * diventa * fastidioso eseguire correttamente il backup. (E mi piace assicurarmi che le mie foto di famiglia * siano * correttamente sottoposte a backup. :-))
@Martin Quando raggiungi le decine di gigabyte, ma meno di terabyte, non fa molta differenza la quantità di dati che stai guardando per quanto riguarda i backup. Per la maggior parte, a quel punto, gli HDD esterni sono la strada da percorrere in questi giorni. Il supporto ottico non ha la capacità per disco e le capacità di riscrittura e il nastro con quel tipo di capacità è costoso, oltre ad essere un supporto speciale. Una coppia di HDD esterni USB3 o eSATA sarà quasi certamente l'approccio di backup più pratico per la maggior parte delle situazioni.
* "... tutti i dati raccolti dal sensore in un glorioso formato non compresso." * Rendilo "possibilmente compresso senza perdita di dati" piuttosto che "non compresso". Test semplice: se i dati grezzi non fossero compressi, tutti i file raw dalla stessa fotocamera avrebbero approssimativamente le stesse dimensioni (poiché l'immagine di anteprima JPEG rappresenta una piccola frazione della dimensione complessiva del file). Poiché le dimensioni dei file raw possono variare notevolmente anche da una singola fotocamera, possiamo concludere che è improbabile che siano * non compressi *. Poiché lo scopo di RAW è preservare tutti i dati, possiamo concludere che l'archiviazione è probabilmente * senza perdite *.
@MichaelKjörling: cambiato in "gloriosamente senza perdite"; voi ragazzi diventate così _verbose_ nella vostra precisione ...
"Così prolisso nella tua precisione" Diversamente da te, postando di gran lunga la risposta più lunga finora? :)
@MichaelKjörling Length non è di per sé una prova di verbosità. Ma se vuoi, sono prolisso. Ragazzi, siete _prolix_. : D Seriamente, però, grazie. Anche quella formulazione mi infastidiva. Non avevo ancora capito come risolverlo.
#2
+4
chuqui
2015-04-11 22:36:38 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se le immagini che escono dalla tua fotocamera ti stanno bene e non vuoi impegnarti con le immagini RAW per elaborarle tu stesso e renderle migliori di quanto la tua fotocamera possa darti, con tutti i mezzi , usa JPEG.

Se sei soddisfatto dei risultati, questo è ciò che conta. Non preoccuparti per nessuna delle cose geniali, se stai ottenendo le immagini che desideri, questa è la cosa importante.

Detto questo, se lungo la strada decidi di fare più sul serio con la fotografia e tu inizia a voler essere più coinvolto nel controllo dell'aspetto delle tue immagini, quindi devi passare a RAW e imparare il pezzo di post-elaborazione, quindi devi essere consapevole che le immagini che scatti in JPEG avranno una capacità limitata su cui lavorare. Quando sono passato dal JPEG al RAW intorno al 2005, sono finito con circa quattro anni di immagini che non posso davvero usare perché erano in JPEG e il lavoro necessario per portarle allo sfogo non era possibile.

Renditi conto anche che quei JEPG vanno bene per la stampa e la condivisione online, ma probabilmente non per un uso "serio" in cui potresti volerli vendere. Dal momento che non fa parte del tuo interesse, non preoccuparti, ma volevo segnalarlo.

Finché sei consapevole dei possibili compromessi lungo la strada, fai ciò che ti consente di divertirti a scattare foto. Va perfettamente bene cambiare idea in seguito se prendi più sul serio la tua fotografia, niente di tutto questo è permanente.

Se ti piace quello che ottieni, continua a farlo. Cambialo solo se ritieni di dover fare di meglio e lo desideri. Non lasciare che il consiglio di ciò che alcuni amano provare a dire ai fotografi sia il "modo in cui le cose dovrebbero essere" si intromettono. Fai quello che ti fa piacere farlo. Non cercare di fare di più finché non ne senti il ​​bisogno perché vuoi migliorare il tuo hobby.

"Se sei soddisfatto dei risultati è quello che conta." - Sarai ancora felice di guardare i JPEG cinque anni dopo? So che stavo cercando e vecchie foto ho scattato solo in JPEG e ho pensato, accidenti, l'illuminazione o il bilanciamento del bianco sono un po 'spenti (probabilmente non me ne sono accorto allora), se avessi solo il RAW!
Sarebbe fantastico se potessi aggiungere un esempio specifico di ciò che non potresti fare con i jpeg. Grazie!
@Raphael Non penso che ci sia qualcosa di sbagliato in questo, ma dall'altra parte 1) A volte, è bello rilassarsi e considerare il vecchio lavoro * fatto * e andare avanti; 2) La tecnologia è migliorata in modo significativo e in molti casi i fattori con cui RAW non sarà di grande aiuto (ad esempio risoluzione, rumore) sopraffanno le cose che puoi modificare e, 3) questo non è nemmeno considerato che non puoi tornare indietro e illuminazione o ristrutturazione. Quindi, anche se questo potrebbe essere un fattore per alcune persone, non è necessariamente per tutti.
@raphael Non credo che lo saprai fino a più tardi e non sono sicuro di quanto dovresti preoccupartene ORA se il tuo obiettivo è quello di essere una fotografia casuale che si diverte a scattare foto. Se il tuo obiettivo è professionale, le cose sono diverse, ma non è il suo obiettivo.
@Martin: la cosa più importante per me con i miei vecchi jpeg è stata l'incapacità di apportare le modifiche che desidero nel controllo di ombre e luci. I segni si spengono troppo facilmente con JPEG e si finisce con un sacco di rumore. Anche una limitata capacità di rilavorare e riaffilare.
#3
+4
Warren Young
2015-04-12 08:48:56 UTC
view on stackexchange narkive permalink

"Professional" non c'entra niente. Dipende se sei disposto ad accettare ciò che la fotocamera produce o se desideri invece avere un certo grado di libertà di regolare il prodotto della fotocamera prima di fornire i risultati finali.

JPEG è progettato con cura per essere "abbastanza buono" per quasi tutti gli scopi di presentazione.¹ Ma questo è il punto: è progettato solo per il caso di consegnare una fotografia finita a chi desidera vederla. Quando chiedi invece a una fotocamera con capacità raw di fornire JPEG, gli stai dicendo che accetti qualunque cosa produca.

Ovviamente i JPEG non sono del tutto non modificabili, ma ci sono costi per quasi tutti i tipi di modifiche puoi nominare:

  • Regolazioni dell'illuminazione : questo è il problema. JPEG ha solo 8 bit di informazioni sulla luminosità. (Cioè, 2⁸ o 256 livelli di grigio.) Non c'è niente al di sotto del nero visibile nell'immagine e niente al di sopra del bianco visibile nell'immagine. Pertanto, se è sovraesposta o sottoesposta, qualsiasi regolazione della luminosità inizierà a produrre banding e altri artefatti scadenti.

    Quasi tutte le fotocamere che supportano raw avranno almeno 2¹⁰ livelli di grigio per canale di colore e spesso di più. Questo ti dà migliaia o decine di migliaia di livelli di grigio con cui giocare. Quando aumenti i livelli di illuminazione, più livelli devi giocare, meno rischi hai di produrre qualcosa di inutilizzabile.

  • Regolazione della temperatura del colore : la funzione bilanciamento del bianco automatico delle fotocamere moderne è sorprendente nella sua capacità di indovinare il bilanciamento del bianco corretto, ma non è perfetta. Poiché le regolazioni del bilanciamento del bianco dopo l'acquisizione richiedono gli stessi tipi di gamma dinamica disponibile delle regolazioni dell'illuminazione, se ci sono troppi errori nell'impostazione del bilanciamento del bianco della fotocamera, non avrai la gamma dinamica disponibile per risolverlo.

  • Ritaglio, rotazione, ecc. : è meglio apportare tali regolazioni a un'immagine grezza rispetto a un'immagine JPEG perché evita un passaggio di ricompressione. Ogni passaggio di ricompressione perde più informazioni, tranne in casi molto rari.

Pertanto si tratta di una questione di tempo: ti prendi il tempo per importare tutte le tue immagini RAW in un'applicazione di gestione delle foto e apportare le modifiche necessarie prima di comprimerle nella loro forma JPEG finale, o desideri gestire solo una scheda piena di JPEG finalizzati?


  1. Non intendo dire che il mio commento "abbastanza buono" sia sprezzante della potenziale qualità del JPEG. Considera le implicazioni di "quasi tutti gli scopi di presentazione". Sto dicendo che se hai un'ottima foto sorgente e la visualizzi come JPEG, non apparirà meglio sulla maggior parte dei display se invece l'hai salvata come file OpenEXR, che non ne ha dei punti deboli di JPEG. Questa è una barra piuttosto alta.

    Il punto è semplicemente che se inizi con un JPEG non perfetto, la tua capacità di correggerlo è ostacolata dalla natura del JPEG.

#4
+3
texnic
2015-04-11 22:16:16 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Poiché "non professionale" è un termine piuttosto ampio, alla fine spetta a te decidere. Ma aiuta a prendere una decisione informata. Dovrai capire la differenza tra i due formati.

JPEG è un formato di immagine con perdita di dati. È ottimizzato per l'archiviazione di foto con la minima distorsione visibile. Tuttavia, è con perdite. Quindi, se vuoi cambiare qualcosa nella tua immagine dopo averla scattata, sei limitato a ciò che è stato conservato durante la compressione. La tua fotocamera potrebbe prendere una decisione sbagliata e perderai informazioni.

RAW è un formato senza perdita di dati. Salva tutto ciò che vede la matrice della tua fotocamera. In questo modo puoi ottenere il massimo dalla tua fotocamera. Il tuo computer è probabilmente più potente del processore della tua fotocamera. E il tuo cervello è più capace degli algoritmi automatici incorporati nella fotocamera. Puoi anche dedicare molto più tempo per scatto di quanto possa permettersi una fotocamera.

La domanda tuttavia è se vorrai dedicare questo tempo. Una buona fotocamera di solito esegue immediatamente una post-elaborazione molto ragionevole, creando belle immagini.

Riepilogo: se non vuoi disturbarti, scatta in JPEG e risparmia spazio e tempo. Se vuoi giocare e provare a migliorare le tue immagini, scatta in RAW.

#5
+3
Count Iblis
2015-04-12 02:06:08 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sebbene i fotografi professionisti utilizzino le immagini RAW, per loro l'intero flusso di lavoro dallo scatto alle immagini, dall'elaborazione e dal raggiungimento del prodotto finale deve far guadagnare loro abbastanza soldi da giustificare lo sforzo. Se scatti foto per hobby, non stai lavorando sotto questo vincolo, quindi hai molta più libertà di passare il tuo tempo a lavorare con immagini grezze, eseguendo ogni tipo di elaborazione su di esse per ottenere un buon risultato.

Questo è un buon punto, e insieme all'aspetto "rete di sicurezza" della risposta di Inkista, rafforza il fatto che pensare al formato RAW come "qualcosa per professionisti" non ha davvero senso. È qualcosa per le persone interessate a "sviluppare" le loro immagini, punto.
#6
+2
Kevin Keane
2015-04-12 08:42:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Entrambi hanno vantaggi e svantaggi. Altri ne hanno già affrontati molti, quindi aggiungerò solo alcune altre considerazioni che non sono emerse:

  • Lo spazio su disco dovrebbe essere ancora considerato. Certo, i dischi rigidi sono economici, ma le dimensioni contano ancora sotto molti aspetti. File più grandi significa più tempo per il backup. Più tempo per caricarli su Dropbox o simili, se li usi. Fatture più alte da Dropbox ecc. Può anche significare la differenza tra il montaggio di tutte le foto del matrimonio su un CD o DVD masterizzato per la coppia e il doverlo dividere tra più.

  • Longevità. In passato, il fattore limitante era la chimica dei materiali utilizzati. Oggi è il supporto del software. Se il produttore interrompe un formato RAW, potresti non essere più in grado di accedere a quei file. Allo stesso modo, se hai archiviato i tuoi file su un hardware che non è più supportato, potresti avere problemi. Questo tipo di marciume digitale sta già diventando un problema. Se hai fogli di calcolo Visicalc o una vecchia unità ZIP (o anche solo un floppy disk da 5 1/4 "), oggi avrai un problema.

Non lo dico dovresti necessariamente scegliere un formato rispetto all'altro, solo alcune considerazioni in più da considerare quando decidi.

Scattare in raw non implica l'archiviazione in raw; le possibilità di perdere il supporto dei file tra il momento in cui vengono scattate le foto e il momento in cui vengono sviluppate sono piuttosto scarse. * Puoi * decidere di mantenere i raw in giro, ma questa è una scelta separata.
#7
+1
Arun Babu
2015-04-11 21:44:09 UTC
view on stackexchange narkive permalink

JPEG sarà un'opzione migliore per te, se e solo se scatti foto da archiviare come ricordi o come hobby. Gestire, archiviare e modificare le immagini JPEG è più facile.

Affronterai le seguenti difficoltà con le immagini RAW.

  • Le immagini RAW sono molto più grandi, consumeranno un gran parte della tua scheda di memoria.

  • Non è accessibile in molti visualizzatori di immagini, scatta in RAW solo se desideri modificare in un secondo momento e fare una fotografia straordinaria.

  • Un'immagine RAW contiene molte informazioni sulla foto e puoi modificarla in modo efficace senza danneggiarne il contenuto o aggiungere grana o esposizione.

Ma ancora una volta, se non è per scopi professionali, non ha senso impegnarsi così tanto.

Non sono d'accordo con una parte significativa di questo: modificare i RAW è facile come modificare i JPEG (lo fai in Lightroom) e le schede di memoria sono abbastanza grandi in questi giorni che non importa per un hobbista perché non lo faranno sparare 2k colpi in un giorno.
@PhilipKendall Ma se l'utente non vuole modificare nulla, sia raw che jpeg, allora jpeg è più facile. Non è necessario convertire un jpeg come si fa con un file raw, anche uno che non è stato modificato oltre a lasciare che l'applicazione di conversione prenda tutte le decisioni automaticamente.
> modificare i RAW è facile quanto modificare i JPEG (lo fai con * la tua scelta di software di sviluppo RAW *) ... risolto il problema per te. : P
#8
  0
user34145
2015-04-12 13:38:38 UTC
view on stackexchange narkive permalink

RAW memorizza più informazioni rispetto a JPEG e lo spazio su disco è economico, quindi perché dovresti mai voler eliminare informazioni potenzialmente preziose subito dopo aver scattato la foto?

Se hai una macchina che può creare RAW, allora prendi vantaggio di esso - altrimenti è come acquistare una costosa videocamera 4k e impostarla in modalità 640x480 (ricordi quelle webcam economiche?).

Puoi sempre sbarazzarti di quelle "informazioni extra" (convertendole in JPEG) ma non puoi ricrearlo se tutto ciò che hai è un JPEG, il che sarà problematico se ti capiterà di aver bisogno del file RAW in seguito per qualsiasi motivo (modifica, ecc.).

Dai un'occhiata questa domanda per alcuni esempi del motivo per cui RAW è importante (o lo diventerà, se sei ancora un principiante e non hai esperienza con il software di sviluppo RAW).



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...