Domanda:
Cosa devo cercare in un filtro a infrarossi?
Arsen Zahray
2012-07-29 13:12:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sto cercando di procurarmi un filtro a infrarossi da mettere davanti all'obiettivo. Quelli più economici hanno tutti conteggi nm (come 720nm, 950nm, 1000nm, e per come la intendo io, più spessi, meglio è), ma ci sono anche filtri più costosi, come hoya r72 ect, e non viene mai spiegato, perché sono 3 volte più costosi dei filtri senza marchio.

È solo a causa del marchio o c'è qualcosa di più nei filtri a infrarossi?

Le parole "più è spesso, meglio è" fa sembrare che tu stia parlando solo delle dimensioni fisiche del filtro; Sai che le nm sono le lunghezze d'onda della luce, giusto?
Ver la discussione informativa sui filtri IR. Qualche altra buona marca oltre a Hoya?
Cinque risposte:
#1
+7
Nicolás Alonso Duarte Guerra
2013-10-03 03:04:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Amico mio, una rapida risposta alla tua risposta è che la lunghezza d'onda IR e i marchi dipendono solo dal tipo di colori che vuoi mostrare nelle tue immagini e dalla durata del filtro che desideri. Il marchio non ha importanza se utilizzerai il filtro alcune volte all'anno, quindi scegli il più economico che potresti ottenere.

Ma per capire i numeri 650nm, 670nm, 720nm, 850nm, 950nm, 1000nm , devi prima imparare come funziona la luce.

La figura successiva è la rappresentazione delle lunghezze d'onda di diversi tipi di luci, l'occhio umano può "vedere" solo le onde tra 400 nm e 700 nm, che chiamiamo loro, COLORI. Sopra i 700 nm c'è la luce a infrarossi, che è la luce prodotta dal calore, ma l'occhio umano non può vederla, la sente solo come radiazione. (IR è tra 1000 nm e 10000 nm)

Entire Color Wavelenghts
(fonte: scienceblogs.com)

Infine, se vuoi fare un'immagine che mostri il colore rosso chiaro, i colori blu scuro e il calore sugli oggetti, devi acquistare un filtro da 650 nm, 680 nm o 720 nm. Se vuoi solo il calore, devi acquistare 850nm, 950nm o 1000nm.

ovvero:

650nm-720nm

1st IR filter

720nm-1000nm

2nd IR filter

Oltre a tutte queste cose complicate. Poiché il filtro IR lascia passare una quantità inferiore di luce, sarà necessario aumentare il tempo di esposizione (velocità dell'otturatore inferiore), aumentare il valore ISO e diminuire l'f-stop (apertura più alta) quando si scatta l'immagine, nel modo in cui si utilizza un filtro IR superiore a XXXnm.

Quindi la mia raccomandazione è di prendere 650 nm per interni (atmosfera con scarsa illuminazione) o 950 nm per esterni (luce diurna) più un treppiede. Se ne vuoi uno versatile usa il 720nm.

Spero che la mia spiegazione ti sia stata utile.

Cordiali saluti,

Nicolas Duarte dal CILE

#2
+5
Steven Cunningham
2012-07-30 14:39:09 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I due fattori da considerare in un filtro a infrarossi sono; la lunghezza d'onda di taglio (quando il filtro inizia a bloccare la luce, che sono i numeri che hai elencato nella tua domanda) e la sensibilità della tua fotocamera agli IR.

Questa domanda riassume l'aspetto ottenuto dai diversi filtri di lunghezza d'onda, ma è necessario tenere presente che lunghezze d'onda più elevate richiedono una fotocamera più sensibile o un'esposizione significativamente più lunga per produrre un'immagine utilizzabile.

Tutti i sensori digitali sono naturalmente sensibili agli infrarossi (e UV) e sono in realtà troppo sensibili per la normale fotografia in luce visibile. Di conseguenza, tutti i produttori mettono un filtro di esclusione IR davanti al sensore che (a meno che non si scelga di convertire la fotocamera in modo permanente) riduce sostanzialmente la quantità di radiazione infrarossa che colpisce il sensore.

Il modo più semplice per prova la sensibilità della tua fotocamera agli infrarossi per puntare un telecomando a infrarossi verso di essa e scattare una foto dell'emettitore IR sul controllo mentre si preme un pulsante su di esso. Più luminoso è il punto che vedi nell'immagine, più la fotocamera è sensibile agli IR e maggiore è la lunghezza d'onda del filtro che puoi utilizzare con impostazioni di esposizione ragionevoli.

+1 per Il modo più semplice per testare la sensibilità della tua fotocamera agli infrarossi è puntare un telecomando a infrarossi verso di essa e scattare una foto dell'emettitore IR sul controllo premendo un pulsante su di esso
#3
+2
Nitin Kumar
2012-07-30 06:31:04 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I filtri costosi sono realizzati con vetro ottico di alta qualità. La reiezione della radiazione fino a una particolare lunghezza d'onda dice 720 nm e la trasmissione (infrarossa) sopra una particolare lunghezza d'onda dice che 720 nm è anche alta rispetto al filtro IR economico. Il miglior vetro ottico non causerà alcun problema con la messa a fuoco automatica che potrebbe essere un problema con il filtro IR di fascia bassa. Costi diversi da un vetro migliore vanno per un materiale migliore per anelli e guarnizioni.

#4
+2
Jane Cotton
2015-05-12 13:11:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Immagino che tu stia utilizzando una fotocamera non modificata per le tue immagini IR, hai bisogno del filtro Hoya R72 in quanto non puoi usare i filtri di cutoff inferiori come un 650 o 680 poiché questi sono filtri BVR (rosso appena visibile) e cattura solo Luce IR su conversione modificata (a spettro completo o 590 (Hoya 25A) con il filtro sulle fotocamere con obiettivo. I filtri 720 nm più economici possono diminuire la qualità delle tue foto o introdurre artefatti indesiderati nelle immagini, a seconda della sensibilità della tua fotocamera è che dovresti essere in grado di ottenere un'esposizione ragionevole con l'R72 a ​​circa 6-8 sec @ f11 iso400 in una giornata di sole, i giorni più nuvolosi potrebbero richiedere un'esposizione più lunga o ISO più alti per catturare la luce IR. I filtri nm più alti sono monocromatici puri Filtri IR e richiederebbero esposizioni più lunghe di minuti anziché secondi su una fotocamera non modificata. La R72 può eseguire monocromatiche e una piccola quantità di falsi colori, quindi è la migliore che puoi usare - se vuoi più colori puoi ottenere una vecchia modifica del corpo sono andato più tardi. Spero che questo aiuti :)

#5
+1
user10854
2012-07-29 16:11:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I marchi più costosi che vedi sono analoghi al vetro L rispetto a quelli non L; entrambi fanno la stessa cosa, uno lo fa meglio, la domanda ovviamente è quanto sia migliore e quanto sia importante?

La maggior parte del guadagnarsi da vivere con la fotografia sbaglierebbe dalla parte della qualità, tuttavia io sospetto che troverai la differenza trascurabile. I filtri più costosi possono essere meno inclini agli artefatti, ma considerando che puoi utilizzare una pellicola non esposta come filtro IR con risultati accettabili, la differenza che vedrai tra i due non sarà eccessivamente ovvia.

Dipende davvero dove vuoi che tagli la luce visibile. Più spesso non è necessariamente migliore se non ti dà il risultato che stai cercando.

modifica: vedi qui



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...