Domanda:
Impilamento delle foto: perché questa tecnica non funziona con le mie foto astronomiche?
Tinker
2017-03-23 14:03:14 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La scorsa settimana sono andato a Tahoe per fare un po 'di astrofotografia.

Ho visto questo video ( https://www.youtube.com/watch?v=Rydg7JGTAbw) su impilamento delle immagini per ridurre il rumore nelle mie foto, quindi ho deciso di provarlo.

Il mio setup: Sony A7ii con obiettivo Batis 2.8 / 18. Ho scattato tutte le mie foto con ISO 1600 con un treppiede per 25 secondi di esposizione. La mia apertura è f / 2.8 e ho impostato la mia distanza di messa a fuoco sulla mia distanza iperfocale per tutti i miei scatti

Questo è l'aspetto del cielo della mia prima immagine: enter image description here

E ho seguito il video di youtube: ho allineato solo il cielo e l'ho convertito in un oggetto intelligente e ho applicato il filtro mediano. Ecco come appare: enter image description here

Dopo aver applicato il filtro mediano, mi sono reso conto che a parte il centro del cielo, la maggior parte delle stelle è scomparsa nel oggetto intelligente appena impilato.

Sospettavo che il movimento delle stelle potesse aver contribuito a questo. quindi ho cambiato la modalità di impilamento al massimo e ho visto le tracce delle stelle: enter image description here

Quindi ecco le mie domande riguardanti le mie foto:

  1. Se le stelle si muovono in modo significativo tra ogni fotogramma, come può funzionare correttamente l'allineamento automatico?
  2. Come posso applicare la sovrapposizione di foto alla mia attuale serie di foto?
  3. Cosa posso fare in futuro per evitare che ciò accada?

Vi dispiacerebbe inviare le risposte in modo che io possa rispondere individualmente?

Sembra che la distanza di messa a fuoco possa essere cambiata tra i fotogrammi che hanno portato alla respirazione a fuoco. Quando impilato, ha lo stesso effetto di una piccola quantità di sfocatura dello zoom. Perché usi la distanza iperfocale anziché l'infinito per l'astro?
O quello o la distorsione a barilotto combinata con il movimento della fotocamera / treppiede ha causato lo "stiramento". È abbastanza significativo con quell'obiettivo. https://phillipreeve.net/blog/review-zeiss-batis-18mm-2-8/
La stabilizzazione della fotocamera era disattivata quando sono stati effettuati questi scatti? anche le differenze di posizione / angolo del sensore combinate con la distorsione barile / baffi potrebbero aver causato l'allungamento.
Il suo video di follow-up mostra come affrontare il fallimento dell'allineamento automatico. https://www.youtube.com/watch?v=zzVSm64zq44&feature=youtu.be
La chiusura dell'apertura di 2 stop aumenterà molto probabilmente la qualità dell'immagine ai margini e negli angoli per questi obiettivi a lunghezza focale.
@MichaelClark L'iperfocale non garantisce che l'infinito sia focalizzato? Sto usando HFL perché ho soggetti in primo piano e voglio che anche loro appaiano nitidi
@MichaelClark No, la stabilizzazione nella fotocamera non è disattivata quando sono state scattate le foto.
@Grimaldi In questo momento sono circa 25s. Se faccio 2 fermate, saranno 100 che si tradurranno sicuramente in tracce stellari.
Ci scusiamo per non essere chiari: chiudendo f-stop af / 5.6 la qualità dell'immagine migliora nei bordi dell'immagine. Finché il segnale / rumore è ancora ok, lascia ISO così com'è e scatta più foto per lo stacking.
@Camera_n00b "L'iperfocale non garantisce che l'infinito sarà focalizzato?" Non proprio. C'è solo una distanza che è più nitida. Tutto il resto è sfocato in un modo o nell'altro. La profondità di campo è ciò che chiamiamo sfocatura "accettabile". Per ulteriori informazioni, vedere: [Perché i produttori hanno smesso di includere le scale DOF sugli obiettivi?] (Http://photo.stackexchange.com/questions/64666/why-did-manufacturers-stop-including-dof-scales-on-lenses/ )
Ri: stabilizzazione nella fotocamera. Qualsiasi movimento da parte del sensore avrà lo stesso effetto del movimento della fotocamera o dell'obiettivo. In combinazione con la distorsione geometrica della lente, alcune stelle non saranno allineate quando altre lo sono.
Cinque risposte:
#1
+6
Count Iblis
2017-03-24 01:47:13 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Devi rimappare le immagini in modo tale che le stelle siano allineate con precisione, questo richiede l'allineamento a livello di pixel nell'intera immagine. È meglio farlo con software specializzato, come Hugin (che è gratuito). Con Hugin puoi mascherare il primo piano e allineare il cielo, puoi scegliere punti specifici che il programma può usare per arrivare all'allineamento, in questo caso hai un cielo pieno di stelle tra cui scegliere. Il programma Hugin offre uno stretto controllo dell'algoritmo utilizzato per eseguire la rimappatura, ad es. immettere parametri fissi per la distorsione a barilotto oppure è possibile consentire la regolazione di questi parametri durante l'adattamento.

Sì ... l'astrofotografia richiede un set di strumenti diverso da quello di PhotoShop, subito pronto all'uso. Come allude countiblis, Hugin richiede l'attenta selezione delle stelle di riferimento che il software utilizzerà per orientare ogni altro punto di luce sui tuoi negativi multipli ... tuttavia, la tecnica è utilizzata maggiormente per la riduzione del rumore di più lunghe esposizioni.
#2
+5
Grimaldi
2017-03-24 02:39:46 UTC
view on stackexchange narkive permalink

1) Dalla differenza tra mediana e max puoi vedere che l'allineamento non ha funzionato e le immagini non erano allineate. Perché è così, è difficile da dire. Confrontando le immagini nel tutorial con la tua immagine, sembra che il contrasto sia maggiore e più "struttura" è presente nel campo delle stelle. Proverei ad aumentare il contrasto prima di allineare. Prova un'impostazione estrema.

2) Proverei a utilizzare un software scritto per allineare le foto astronomiche, come DeepSkyStacker o PixInsight. Il DSS rileva le stelle, fornisce un feedback su quante vengono rilevate e consente di impostare la soglia. Tieni presente che l'impilamento potrebbe amplificare la vignettatura o altri artefatti (come la polvere sul sensore). Dovrai modificare accuratamente le impostazioni dell'immagine.

3) Potresti usare una cavalcatura, che contrasta la rotazione terrestre, come la Polarie di Vixen o lo Star Adventurer di Skywatcher. Questi consentono di scattare esposizioni di 1-3 minuti a impostazioni ISO normali tra 400-1000, riducendo notevolmente il rumore in primo luogo.

DeepSkyStacker è abbastanza astruso per un principiante. Conosci qualcosa di più facile da usare?
#3
+4
Jerry Coffin
2017-04-27 05:12:10 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Come vedo le cose, hai alcuni problemi qui.

Prima di tutto, sebbene sia impossibile dirlo con certezza, immagino che la combinazione di alberi in primo piano (probabilmente si muovono un po ' casualmente) e le stelle sullo sfondo (che si muovono in modo prevedibile, ma quasi certamente non in sincronia con gli alberi in primo piano) stanno probabilmente confondendo Photoshop: non riesce a trovare alcun modo per spostare / ruotare le cose, quindi tutto si allinea dare una corrispondenza migliore rispetto a lasciare le cose da sole, quindi ... lascia le cose da sole.

Secondo, le tue esposizioni individuali sono abbastanza lunghe che le stelle hanno un movimento abbastanza visibile nei singoli fotogrammi (abbastanza facile da vedere nel primo fotogramma, se guardi attentamente). Quindi, anche se ottieni un buon allineamento dei frame, avrai comunque tracce abbastanza visibili (solo quelle più corte).

Infine, per questo è quasi certamente meglio usare file raw invece di JPEG 1 . Se la memoria serve, A7ii può produrre file raw che utilizzano una compressione con perdita. In tal caso, si desidera sicuramente utilizzare il formato raw non compresso: questo è esattamente il tipo di immagine che attiverà artefatti visibili se si utilizza la compressione con perdita.


1. Ovviamente, forse per la verità tu stai già usando raw e hai appena pubblicato JPEG perché i browser e simili non supportano raw - se è così, mi scuso.

#4
+2
Pete
2017-04-27 12:39:12 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il filtro mediano è davvero ottimo per gestire il rumore nelle immagini impilate perché elimina i valori anomali statistici, ad es. se un aereo stava passando il cielo mentre hai scattato, l'aereo verrebbe completamente rimosso dopo un impilamento mediano, mentre un filtro medio / medio lascerebbe una traccia dell'aereo.

Ma se le immagini non vengono ruotate , quindi le stelle si allineano prima di essere impilate, le stelle stesse diventano valori statistici anomali (in quel particolare pixel tra gli scatti), ed è per questo che scompaiono.

Se sei un utente Mac, c'è un'app, StarryLandscapeStacker, in grado di gestire abbastanza bene la rotazione / impilamento.

Questa foto è stata prodotta con l'app (con un po 'di post processing in PhotoShop) da 12 esposizioni individuali.

#5
  0
Euri Pinhollow
2017-03-23 22:21:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink
  • La mia prima ipotesi è stata che la fotocamera si sia spostata tra o anche durante le esposizioni (per qualsiasi motivo) principalmente in diagonale, quindi l'allineamento automatico avrebbe allineato i fotogrammi preferendo la parte centrale nitida del fotogramma e quindi queste tracce sono apparse a causa di come è l'immagine proiettato da obiettivo rettilineo. Ispeziona gli alberi per vedere se è così: lo direbbero meglio a meno che non fosse ventoso quella notte. Se gli alberi appaiono in posizioni diverse, questo è il caso.
  • Potrebbe anche essere che Photoshop abbia cercato di allungare le immagini, non solo di ruotarle e spostarle. Controlla le tue impostazioni di allineamento, se ce ne sono.
  • E la mia ultima e migliore ipotesi è che si tratti di una distorsione naturale del cielo. L'obiettivo rettilineo preserverà le forme geometriche solo se l'oggetto si muove senza inclinarsi rispetto all'asse ottico. Ciò sarà evidente se non punti la fotocamera all'incirca verso la stella polare (il centro nord della rotazione del cielo) e se utilizzi un obiettivo ad angolo ultra ampio (18 mm sono sufficienti) e se usi un'esposizione abbastanza lunga (tempo di esposizione totale). In questo caso, sposterai / ruoterai e distorcerai le immagini per risolverlo (sarà abbastanza buono ma non corrisponderà esattamente).

Potrei provare io stesso se carichi JPEG ad alta risoluzione (direttamente dallo sviluppatore).

La telecamera non sembra essersi mossa per niente, dato che le piante in basso rimangono nella stessa posizione. Questo è solo il movimento naturale delle stelle.
@user1118321 hai letto la mia risposta fino alla fine?
Sì, certo. Mi sento ancora lo stesso.
@user1118321 Questo non può essere un movimento naturale delle partenze perché è questione di impilamento del telaio. L'ultima parte della mia risposta descrive la distorsione geometrica che è il risultato del movimento naturale, non è la stessa cosa del movimento naturale.
Se la telecamera non si muove ma il campo stellare lo fa, qualsiasi distorsione geometrica prodotta dall'obiettivo cambierà la posizione relativa in ciascuna immagine di ciascuna stella rispetto alle altre stelle mentre si muovono attraverso il campo visivo. Questo è il movimento naturale delle stelle combinato con le caratteristiche di distorsione della lente.
@MichaelC Certo. È solo che l'ultima immagine assomiglia molto a una rotazione molto piccola e a un cambio di prospettiva per me, esattamente ciò che risulterebbe dalla rotazione della Terra.
Per tutti gli scopi pratici "movimento naturale delle stelle" = "rotazione della Terra". Tutto dipende dal proprio quadro di riferimento.
@MichaelC tutte le macchie hanno una direzione corrispondente al tracciamento di oggetti in movimento e anche la maggior parte dei software moderni corregge la distorsione ottica. Se il software utilizzato dall'autore della domanda correggesse il cambio di prospettiva, l'immagine sarebbe nitida. [Qui è quasi lo stesso tipo di sbavatura ma esagerato] (https://www.flickr.com/photos/pinhuer/40866392603/in/dateposted-public/).
@MichaelC quello che volevo dire oggi nel primo commento è che non riesco a vedere alcuna distorsione ottica non corretta sull'ultima immagine.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...